DE-ESCALATION - MODULO PER ASSISTENTI SOCIALI

Tecniche di gestione dell’utente e del paziente aggressivo

Mediazione - Aikido - Comunicazione - Organizzazione - Riflessi legali - Psicologia dell’aggressore e dell’aggredito
CORSO IN ATTESA DI ACCREDITAMENTO DA PARTE DEL CNOAS

 

 

Nel 2002, la violenza sui luoghi di lavoro (intesa come “ogni aggressione fisica, comportamento minaccioso o abuso verbale che si verifica nel posto di lavoro”- National Institute of Occupational Safety and Health - NIOSH) è stata definita, dalla World Health Organization, come un “importante problema di salute pubblica nel mondo”, in considerazione dei rischi ad essa connessi, tra cui quelli psicosociali, di inefficienza delle organizzazioni e di patologie correlate (stress, burn-out, mobbing, …).


In Italia, il fenomeno delle aggressioni è in costante aumento, specie nei confronti di professionisti e categorie di lavoratori più esposti alla relazione con il pubblico. Ci si riferisce, tra gli altri, a operatori del settore sanitario e socio assistenziale, scolastico, dei trasporti e della protezione civile.

In particolare, nel settore degli assistenti sociali, una recente ricerca ha mostrato come in Italia circa l’88,2% degli assistenti sociali sia stato aggredito verbalmente e il 61% abbia assistito all’aggressione nei confronti di un collega; il 15,4% ha subito una qualche forma di aggressione fisica. Il 35,8% ha temuto per l’incolumità propria o di un familiare e l’11,2% ha subito danni a propri beni.

Sebbene venga consigliato agli operatori di prevenire  le aggressioni ricorrendo a  tecniche di de-escalation verbale o non verbale, spesso non è facile trovare indicazioni su come poter apprendere simili tecniche. In particolare, tali suggerimenti nulla dicono sulla necessità di interiorizzare le metodologie indicate, al fine di farle proprie e di mettersi nelle condizioni di reagire prontamente in caso di aggressione.

Il presente percorso formativo intende fornire gli strumenti per individuare e gestire i diversi livelli di aggressione che di una situazione difficile e/o potenzialmente pericolosa, all’interno di contesti complessi.

I partecipanti potranno sperimentare, in prima persona, tecniche di prevenzione ed intervento in situazioni di crisi, la gestione dell’individuo aggressivo attraverso l’ascolto empatico, la comunicazione verbale e non verbale, il controllo dello stress personale e altrui; ma anche attraverso la gestione del gruppo-organizzazione, per potenziarne la capacità reattiva e di collaborazione verso una soluzione non violenta della crisi.

Nel corso della giornata saranno proposte ai partecipanti tecniche di comunicazione non verbale mutuate dall’AIKIDO.

Il termine AI KI DO è composto da tre ideogrammi detti Kanji: Ai - armonia, fusione, coordinamento; Ki - energia vitale; Do - metodo, Via. Il significato del termine completo può, dunque, essere tradotto con "Metodo per l'armonia dell'energia vitale". Frutto dell'opera del Maestro Morihei Ueshiba (1888-1969), l’Aikido è una disciplina puramente difensiva che non ricerca la sopraffazione dell'avversario ma, piuttosto, la sua neutralizzazione non violenta. Scopo delle tecniche che saranno proposte è quello di offrire ai partecipanti strumenti per affrontare e risolvere il conflitto nel modo più efficace possibile e, quel che più conta, meno lesivo per sé stessi e per gli altri. Tecniche finalizzate, anzitutto, a mostrare alle parti che stanno vivendo un conflitto che ne possono uscire e ne possono uscire entrambe incolumi e, perché no, arricchite dall’esperienza. Il primo problema da superare, in entrambi i casi è quello di vincere il primo impulso dettato dal proprio istinto: attaccare, distruggere oppure scappare, arrendersi.

La peculiarità del percorso formativo risiede, sicuramente, nella sua proposta di utilizzare tecniche mutuate da una molteplicità di discipline, proposte da professionisti qualificati provenienti da differenti settori: avvocati, mediatori, esperti in comunicazione e PNL, psicologi, maestri di Aikido, Responsabili Sicurezza sul lavoro e organizzazioni.

APPROFONDIMENTI:

I principali temi trattati nel corso dell'incontro formativo saranno i seguenti:

 

‰ Descrizione e analisi del fenomeno

‰ Aspetti normativi: sicurezza sul lavoro, diritto alla legittima difesa, deontologia

‰ Escalation e De-Escalation

‰ Dinamiche e fasi di una crisi: dall’aggressione verbale a quella fisica

‰ La gestione dello stress

‰ Il comportamento dell’aggressore, dell’aggredito e degli astanti

‰ La Comunicazione non verbale e para verbale: movimenti e posizioni del corpo, mimica facciale

‰ La Comunicazione verbale: uso della voce; uso strategico di frasi e parole chiave

‰ L’ascolto empatico

‰ Gli strumenti della mediazione per disinnescare l’escalation

‰ La negoziazione strategica

‰ La gestione del gruppo e le tecniche di difesa collettiva

‰ Analisi ed utilizzo del contesto ambientale a fini evasivi e difensivi;

‰ Tecniche di evasione e recupero dell’integrità fisica.

‰ Organizzare un sistema di prevenzione: la valutazione dei rischi e dei pericoli

‰ Integrazione e coordinamento con il Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale

‰ Team building e team working

‰ Comunicazione e formazione strategica alla cultura della prevenzione di situazioni di crisi

‰ Il post aggressione

Ciascun tema potrà essere oggetto di approfondimento in incontri successivi, su richiesta dei partecipanti interessati.

IL CORSO:

 

DATE E COSTI

Il percorso di DE-ESCLATION - MODULO ASSISTENTI SOCIALI ha una durata di 8 ore, che saranno concentrate in un'unica giornata formativa.

Sono state, al momento, individuate 5 sedi in tutta Italia, con le seguenti DATE:

 

1.  MILANO - 23 febbraio 2018

Via Ponte Nuovo 26

(presso CREI Centro Ricerche Editoriali Internazionali)

 

2. TORINO -  9 marzo 2018

Via Roasio n. 22

(presso la palestra THIS IS LIFE)

 

3. FIRENZE - 16 marzo 2018

Via del Malcantone n.15

(presso Il Vivaio del Malcantone)

 

4. PRATO - 6 aprile 2018

Viale della Repubblica, 289

(presso Art Hotel Museo)

 

5. CUNEO - 4 maggio 2018

Via Della Magnina n. 3/A

Madonna Dell'Olmo - Cuneo (CN)

(presso CRISTAL HOTEL)

Orari: tutti gli incontri osserveranno lo stesso orario - ore 9.00-13.00 e 14.00-18.00

COSTI

Il costo di partecipazione è di € 80,00.

Per chi si iscrive almeno 30 giorni prima della data dell’evento è previsto un costo ridotto pari ad € 65,00.

Il corso sarà attivato solo al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

INFORMAZIONI E PRE-ISCRIZIONI

Il progetto è ideato e sviluppato dall’Associazione

RE.MI.SOL.

RICERCHE, METODI SOLUZIONI

Via Madama Cristina n. 12 10125, Torino (TO)

 

PER INFORMAZIONI E PRE-ISCRIZIONI:

tel. +39 347.5364466

info@bluebirdproject.net

IL CORSO SARA’ ATTIVATO SOLO AL RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO MINIMO DI 8 PERSONE.

Please reload

IL TEAM:

ALESSIA CERCHIA

Avvocato, mediatrice civile e formatrice. Dal 2010 è responsabile della sede di Torino di Resolutia. Nel 2014 ha conseguito il diploma di II livello come mediatore civile presso l’IFOMENE - Institut Catholique de Paris. Da tempo attiva nella mediazione civile e nella formazione in ambito scolastico, ha prestato attività di docenza in percorsi di formazione alla mediazione tra pari per numerose scuole torinesi. Collabora con l’Università di Torino, Dipartimento di Giurisprudenza.

alessia.cerchia@gmail.com

NICOLETTA CASALE

Mediatrice, Insegnante e madre di 4 figli. Da tempo attiva nella mediazione civile e nella formazione in ambito scolastico, ha prestato attività di docenza in percorsi di formazione alla mediazione tra pari per numerose scuole torinesi. E’ specializzata in diritto penale e nell’applicazione della disciplina ex d. lgs. n. 231/01. E’ consulente legale per primarie società operanti nel settore dell’arredamento e della vendita al pubblico.

NINO DELLISANTI

VI dan AIKIDO AIKIKAI di TOKYO, V dan Iaido, V dan Jodo. Inizia la pratica dell’Aikido nel 1980, come coordinatore della formazione insegnanti per il settore Aikido dell’Area Discipline Orientali UISP fino al giugno 2004. Conduce corsi di aikido per adulti, bambini e persone con disabilità. Collabora con istituti scolastici, aziende e pubbliche amministrazioni.

MICHELE MAZZI

Consulente e formatore in Sicurezza sul Lavoro, Ambiente, Igiene degli Alimenti e Sistemi di Gestione, lavora costantemente in Italia e Regno Unito, con attività occasionali in Africa, Medio Oriente ed est Europa. E' Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione di decine di aziende , tra cui alcune di primissimo piano quali Nike e Converse, delle quali ha implementato i Sistemi di Gestione di Salute e Sicurezza sul Lavoro a livello europeo. Ha condotto e/o conduce eventi formativi per Monte dei Paschi di Siena, Nike, Converse Saint Gobain Glasses, DHL, Lidl, Università di Pisa e primarie agenzie nazionali ed internazionali.

STEFANIA SOLIMAN

Psicologa- psicoterapeuta individuale e di gruppo. Svolge attività di formatore per associazioni e istituti scolastici sulla tematica dell'affettività e dell'educazione emotiva, nel territorio torinese, rivolta sia agli studenti che ai genitori.

Presta attività di supervisione presso enti che erogano servizi alla persona.

Docente presso l'istituto Torinese di Analiei Transazionale e Gestalt.

Please reload

© 2016 

BlueBird Project
info@bluebirdproject.net
tel. 0565880912

MAZZI s.a.s. di Michele Mazzi
Via A. Volta 9, 57025 Piombino Li
C.f. e P.IVA 01780130496

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Wix Google+ page